Calendario Eventi

Meteo

ilmeteo logo 2010

Top Panel

Accesso Utenti

Ricordami

       

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy. Per saperne di piu'

Approvo

Sicurezza

Guida in formazione alternata.CarsGarage.it

Pubblicato da CarsGarage.it su Mercoledì 9 marzo 2016

 

 

 Due chiacchere sui criteri di guida da osservare durante la marcia in gruppo.

 La marcia in gruppo (più di tre moto) richiede la conoscenza ed il rispetto di alcune regole aggiuntive che,
 anche se intuibili con il buon senso od  acquisibili con l'esperienza,  vorrei, con queste due chiacchere, qui ricordare.

 Le moto innanzitutto non debbono essere incolonnate in fila indiana, ma devono costituire due file distinte e parallele
 con le moto che debbono risultare sfalsate rispetto a quelle della fila adiacente.

 La posizione assunta nella colonna deve essere mantenuta per tutta la durata della marcia, senza sorpassare,
 cambiare colonna, ecc.

 Estrema importanza riveste la distanza da mantenere rispetto alla moto che precede sulla medesima colonna,
 ma anche rispetto a quella che precede sulla colonna adiacente.

 Tale distanza deve essere adeguata alla velocità ed alle condizioni del fondo stradale e deve:
 garantire la sicurezza in ordine ad una eventuale frenata di emergenza da parte della moto
 che precede sulla medesima colonna, consentire alla moto che precede nella colonna adiacente
 di eseguire, in assoluta sicurezza, eventuali manovre di emergenza (scansare buche od ostacoli improvvisi).

 Assolutamente da evitare è l' effetto elastico perché se il gruppo si sfrangia allungandosi, chi resta dietro,
 per ricongiungersi, è costretto a dover accelerare con il rischio di superare i limiti di velocità e dover sorpassare
 mezzi che magari nel frattempo si sono inseriti.

 Inoltre l'allungarsi della colonna potrebbe portare i ritardatari a perdere contatto con la testa della colonna
 ed a sbagliare strada.

 La cosidetta "scopa" che si trova in coda alla colonna ha il ruolo di fungere da guida nel caso in cui la colonna
 si divida ed il secondo troncone perda contatto con il resto della colonna.

 Sono convinto di non avervi detto nulla di nuovo, ma, come dicevano i latini, repetita iuvant.

 Forse nelle prossime due chiacchere parleremo della guida sul bagnato.

 By Ettore - Safety Manager Chapter IT-A

Coppia dell'Anno

Nazionale 2018

Firenze!

Firenze Logo 2018 gwrra

Programma

Dove Dormire

 

Utenti online

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online